DIGITAL CARBON FOOTPRINT: FROM INFORMATION OBESITY TO DIGITAL DIETING

A CURA DI elio caccavale

CORSO

blended (didattica online + workshop a Catania)

PERIODO DIDATTICO

dal 2 al 23 maggio 2022

Se paragonata all’industria manifatturiera, la digital economy è relativamente giovane. Nonostante ciò, l’ammontare complessivo delle emissioni di CO2 derivanti dai servizi digitali è vastissimo. Quando si tratta di tutelare l’ambiente pensiamo subito alle auto elettriche, a limitare il consumo di energia elettrica, a riciclare e a smaltire correttamente i nostri elettrodomestici piuttosto che a scattare meno selfie o fare meno swipe sulle app di dating.

Ogni giorno più di un miliardo di ore di contenuti video vengono guardati in streaming. Secondo YouTube, il videoclip della canzone per bambini Baby Shark Dance ha stabilito un record mondiale con 7 miliardi di visualizzazioni (per avere un’idea delle proporzioni di questo dato considerate che la terra ha una popolazione di circa 8 miliardi di persone). Ma Baby Shark Dance detiene anche un primato meno noto: consuma lo stesso quantitativo di energia di quanto non facciano in un anno il Chad, l’Eritrea, la Sierra Leone e la Repubblica Centrafricana messe insieme. Ne consegue che ogni volta che inviamo una mail, postiamo un tweet, mettiamo un like, guardiamo una serie TV su Netflix, facciamo ricerche su Google o effettuiamo un pagamento online, stiamo inconsapevolmente arrecando un danno all’ecosistema.

Questo corso è un’opportunità per acquisire una nuova consapevolezza su alcuni dei problemi chiave legati all’uso delle tecnologie digitali e ai comportamenti che adottiamo in rete, in particolare sul loro impatto ambientale.

  • Mettere in discussione i nostri comportamenti digitali e immaginare valori alternativi e nuove forme di interazione con la tecnologia.

  • Generare ricerche quantitative e qualitative che mettano in evidenza queste abitudini attraverso narrazioni personali e sociali.

  • Sviluppare nuovi pattern di comportamento online che abbiano un minore impatto ambientale e progettare servizi digitali che rispondano a questa esigenza.

DOCENTE

Elio Caccavale

Professore Ordinario presso la Scuola di Design Innovation della Glasgow School of Art, è responsabile del Master in Design Innovation e Citizenship. La sua ricerca esplora nuovi vocabolari visivi per riflettere sulle implicazioni etiche e sociali della ricerca scientifica e tecnologica. Il suo progetto MyBio Xenontransplant è stato incluso nella collezione permanente di Design del MoMA di New York. Ha collaborato con Mattel, Orange, French Telecom, Toshiba, Fujitsu, Tesco Bank, Barclays, Royal Bank of Scotland, NHS Scotland, Scottish Government. 

PARTNER

TBD

INFORMATIVA PRIVACY E COOKIES

RELATIONAL DESIGN © 2021 Made by DEREIN /// with S4